venerdì 24 giugno 2016

Torta di mais, riso e mandorle con fragole e ricotta (senza glutine)

Il presente post viene pubblicato senza minchiatine introduttive in quanto tutte le persone che hanno assaggiato la torta descritta stanno aspettando la ricetta da almeno quindici giorni ed è perciò il caso che l'autrice si dia 'na mossa a pubblicarla.
L'autrice vorrebbe però almeno comunicare a chi non l'ha (ancora) assaggiata che questa torta è di una bontà commovente, umida, morbida e profumatissima di mais, di fragole, di limone e di vaniglia, che le fragole nell'impasto ci stanno da Dio e in bocca si sciolgono in un'esplosione di sapore, che la crosticina creata in superficie dallo zucchero di canna è dolce e croccante e sa di caramello, che...

Aho', ma te vòi move che la ggente sta a aspetta'??? E dajela 'sta ricetta! 'Namo, pubblica!!
Pubblico! Pubblico! :D

Torta di mais, riso e mandorle con fragole e ricotta



adattata da una ricetta pubblicata su "Cucina Naturale"

Ingredienti per una tortiera di 22 cm di diametro (tra parentesi le dosi per una tortiera di 28-30 cm):
250 g di fragole a pezzetti, per il ripieno (400 g) + 200 g di fragole piccole divise a metà per il lungo, per la copertura (320 g): il peso indicato è al netto degli scarti; le fragole vanno lavate, asciugate con carta da cucina e private del picciolo, poi tagliate a pezzetti o divise a metà
100 g di farina di mais fumetto * (160 g)
50 g + 1 cucchiaio di farina di riso (80 g + 2 cucchiai)
50 g di fecola di patate (80 g)
50 g di farina di mandorle (80 g)
15 g (1 bustina) di lievito istantaneo (25 g)
1 pizzico di sale
250 g di ricotta vaccina (400 g)
180 g di zucchero di canna chiaro * (290 g)
scorza grattugiata di 1 limone grande (2)
3 uova medie, a temperatura ambiente (5)
1 cucchiaino di estratto liquido di vaniglia * (2)
75 ml di latte (125 ml)
zucchero di canna Demerara per la superficie
* per questo ingrediente vedi qui

Preparazione:
Iniziate preparando le fragole a pezzetti e quelle divise a metà.
In una ciotola ampia mescolate lo zucchero di canna chiaro con la scorza del limone, sfregando con le dita per impregnare bene lo zucchero.
Setacciate e mescolate in un'altra ciotola le farine, la fecola di patate e il lievito. Unite la farina di mandorle e il sale e mescolate bene il tutto.
Setacciate in una terza ciotola la ricotta con un colino a maglia fine o un passaverdure con i fori stretti.
Unite le uova allo zucchero mescolato con il limone e montatele come se non ci fosse un domani: devono diventare molto chiare, gonfie e spumose.
Unite la vaniglia alla ricotta e montate anche quest'ultima fino a renderla cremosa e soffice.
A questo punto dovete unire la ricotta alle uova montate facendo attenzione a non smontarle, perciò procedete in questo modo: versate un paio di cucchiaiate di uova montate nella ciotola della ricotta e mescolate con una spatola, delicatamente e con movimenti dall'alto verso il basso. Unite altre due cucchiaiate mescolando nello stesso modo e poi altre due: a questo punto il composto di uova e ricotta dovrebbe essere diventato cremoso abbastanza da poter essere amalgamato al resto della montata di uova. Versate quindi un paio di cucchiaiate di crema di ricotta nella ciotola delle uova, amalgamate delicatamente con la spatola, sempre con movimenti dal basso verso l'alto, e proseguite finché non avrete incorporato tutta la crema di ricotta alle uova montate.
Aggiungete al composto di uova e ricotta il mix di farine, unendole un paio di cucchiai per volta e alternandole con il latte, mescolando con la spatola dal basso verso l'alto e con delicatezza.
Infarinate le fragole tagliate a pezzetti con il cucchiaio di farina di riso rimasto, scuotete l'eccesso di farina e amalgamatele delicatamente all'impasto.
Versate il composto nella tortiera rivestita di carta da forno. Disponete sulla superficie le fragole tagliate a metà, premendole un pochino nell'impasto ma senza affondarle. Spolverizzate bene tutta la superficie con lo zucchero Demerara e infornate la torta. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 55 minuti circa, controllando la cottura con uno stuzzicadenti dopo 45 minuti (anche per lo stampo di 28 cm il tempo di cottura è di circa un'ora): lo stuzzicadenti deve uscire umido ma pulito, con solo qualche piccolissima briciola di impasto attaccata.
Sfornate e lasciate raffreddare la torta nella teglia per una decina di minuti, poi con delicatezza sollevatela con tutta la carta da forno e appoggiatela su una gratella; con cautela staccate la carta dal bordo della torta e lasciatela raffreddare completamente. Una volta ben fredda eliminate la carta da forno e posate la torta su un piatto di servizio.
Si conserva per qualche giorno in frigorifero coperta a campana.


La ricetta originale prevedeva le mele: a pezzetti nell'impasto e a fettine affondate sulla superficie del dolce.
Io ho messo le fragole, ma si possono usare anche le ciliegie e qualsiasi altro tipo di frutta che regga la cottura in forno.
E voi, cosa metterete nella vostra torta di mais e ricotta? ;)


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living.

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...