venerdì 6 maggio 2016

Insalata di patate e salmone con yogurt e senape

Sarà stato il destino.
O forse il caso.
O una semplice coincidenza.
Chissà.
Fatto sta che il giorno in cui ho preparato questo piatto ho trovato, nella newsletter quotidiana di Unaparolaalgiorno.it,  una parola particolarmente calzante.
Calzante, però, un po' "al contrario", per dir così.
Perché cosa pensereste voi se, proprio mentre realizzate una ricetta per la vostra settimanale giornata senza glutine, vi vedeste recapitare nella posta elettronica proprio etimologia, descrizione e significato della parola agglutinare?

Agglutinare
Significato: Attaccare, unire con sostanze adesive.
Dal latino agglutinare 'appiccicare', derivato di gluten 'colla'.
Verbo semplice, ma di grande espressività. 
Scaturisce dal latino gluten, cioè 'colla', da cui viene anche 'glutine', che è la parte collosa della farina. Agglutinare significa quindi 'incollare, saldare, unire con una sostanza adesiva'. Concretamente si può agglutinare il riso con un uovo, ma sono molto fertili anche i suoi significati figurati: un ideale montante può agglutinare il consenso popolare, un'attività produttiva agglutina una nuova realtà urbana, e diversi intenti si agglutinano in un progetto condiviso. Non implica il gesto irrevocabile del saldare, non ha la vaghezza dell'unire, non ci evoca le immagini domestiche che invece evoca l'incollare, né comunica la confusione involta dell'agglomerare: è un termine ricercato (ma non troppo) che ci permette di descrivere l'unione di molti elementi in un uno coeso.
Ciò è evidente in usi collaterali: ad esempio si dice agglutinato un consolidamento geologico di elementi minuti, e nel gergo medico si possono agglutinare globuli rossi o batteri in un precipitato. In questi casi è meno palese l'azione di quell'adesivo che comunemente è il fulcro dell'agglutinare, ma il risultato è simile.
Una parola che, per la sua precisione, è bene tenere in mano senza scartare. 

Insalata di patate e salmone con yogurt e senape



per la cottura del salmone mi sono affidata a Martha Stewart (sempre sia lodata!)

L'etichetta "Ricette vegetariane" si riferisce alla sola insalata di patate.

Ingredienti per 2 persone:
Per l'insalata di patate:
500 g di patate
4 cetriolini sottaceto (80 g)
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 cucchiaio di erba cipollina fresca, tritata
225 g di yogurt bianco intero
45 g di senape dolce
Per il salmone:
2 filetti di salmone da 200 g ognuno, senza pelle
1 carota
mezza costa di sedano
mezza cipolla piccola
un quarto di limone tagliato a fettine
Non ho aggiunto sale in nessuna parte della preparazione. Assaggiate e regolatevi come credete

Preparazione:
Insalata di patate
Lavate le patate, mettetele in una pentola, copritele con acqua fredda, portate a ebollizione e lasciate cuocere a fuoco dolce finché le patate non saranno morbide al centro. Scolatele, sbucciatele subito e lasciatele raffreddare. Quando saranno ben fredde, tagliatele a pezzi e mettetele in una ciotola.
Tagliate i cetrioli a dadini e metteteli da parte.
Dissalate i capperi, tritateli al coltello e uniteli ai cetriolini.
Tritate l'erba cipollina e mettetela da parte.
Mescolate bene lo yogurt con la senape, unite l'erba cipollina, mettete da parte 60 g di questa salsa, poi mescolate il resto con i cetrioli e i capperi e unitela alle patate raffreddate. Mescolate bene e lasciate insaporire l'insalata di patate per qualche ora in frigo. Conservate in frigo anche la salsa messa da parte.
Salmone
In una pentola o casseruola larga mettete la carota e il sedano tagliati a tocchetti, la cipolla e il limone. Aggiungete tanta acqua quanta ne basta per coprire appena il pesce, portate a ebollizione e lasciate sobbollire coperto per 8 minuti.
Adagiate delicatamente i filetti di salmone sul fondo della pentola e cuocete, sempre con il coperchio, facendo appena sobbollire l'acqua per 6-7 minuti. Non stracuocete il pesce o perderà la morbidezza.
Scolate il salmone usando una spatola traforata lunga e larga.
Servite disponendo in ogni piatto un filetto di salmone, caldo o a temperatura ambiente, con accanto l'insalata di patate (tolta dal frigo con un po' di anticipo per non servirla gelata) e un po' della salsa messa da parte, con la quale potete anche, a piacere, nappare i filetti di salmone.


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living.

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...