sabato 19 luglio 2014

Torta morbida con ciliegie e yogurt

(continua da qui)

... per fare questa torta!
Perché per quanto io possa amare le cupolette di couscous con zucchine e ciliegie, per quanto interessante io possa aver trovato i multidessert di riso basmati al cacao con crema di ciliegie, per quanto io possa aver goduto mangiando la cherry pie all'aceto balsamico e base al pepe nero, questa torta è il mio primo pensiero quando dai banchi del mercato vedo occhieggiare i duroni, e il mio chiodo fisso finché non la realizzo!
Così incredibilmente semplice, e così incredibilmente gustosa!
Profumata di limone e vaniglia.
Inebriante il primo, discreta la seconda.
Morbida e umida grazie allo yogurt.
Sofficissima, a non lavorarla troppo.
Mi piace disporre le ciliegie sulla superficie in cerchi concentrici.
Appoggiarle appena sull'impasto.
Restare a guardare, accoccolata davanti allo sportello del forno, come l'impasto salga per effetto del lievito, e lentamente le inglobi.
Chiedermi se le racchiuderà del tutto, o se lascerà che si intravedano.
Se andranno a fondo, o resteranno in superficie, o si fermeranno a metà, sospese nel giallo.
Se formeranno una linea retta di palline rosso scuro, o se ognuna occuperà una posizione diversa.
Se l'impasto penetrerà nel foro lasciato dallo snocciolaolive, regalandomi una nota di dolce cremosità all'interno della ciliegia, o se avvolgerà soltanto l'esterno, lasciandone il cuore intatto.
Avvertire nell'aria della cucina il profumo dolce, fragrante, carico di promesse, della torta che cuoce.
E che sembra mi dica: Sono pronta!, rendendo superfluo il trillare dell'orologio del forno.
E poi l'attesa, colma di desiderio e aspettativa, davanti alla torta che raffredda sulla gratella, lentamente, indifferente ai miei ritmi e alla mia impazienza.
Finalmente tagliarla, rivelarne l'interno, con trepidazione e sorpresa, come chi apra uno scrigno colmo di tesori.
Ammirarne i colori contrastanti e vivaci.
Percepirne la morbidezza al contatto con le dita.
Stupirmi all'improvviso crock! della ciliegia... morbida, eppure meravigliosamente, inaspettatamente croccante.
Renderla mia compagna di colazione, mia amica di merenda.
Mangiarne l'ultima fetta con gratitudine e rimpianto.
Perché la stagione dei duroni è breve, e so che dovrò aspettare a lungo...

Preparo questa torta ogni volta che arriva luglio.
Ogni anno, da almeno quattro anni.
Una sola volta.
Perché la sua magia si conservi intatta. :o)

Torta morbida con ciliegie e yogurt



Ingredienti per uno stampo di 26 cm di diametro:
400 g di ciliegie (varietà duroni perché restano croccanti anche dopo la cottura)
150 g di zucchero semolato
buccia grattugiata di un limone
3 uova
250 g di yogurt bianco intero
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva (provate a sostituirlo con olio di cocco: conferirà al dolce un profumo di cocco leggero e delicato, ma irresistibile!)
un cucchiaino di estratto liquido di vaniglia
300 g di farina 00
una bustina di lievito per dolci
mandorle in scaglie per decorare (oppure zucchero in granella)

Preparazione:
Denocciolate le ciliegie lasciandole intere (indossate un paio di guanti di lattice, procuratevi uno snocciolaolive e un sacchetto di plastica per alimenti e lavorate infilando la mano guantata con la ciliegia e lo snocciolaolive nel sacchetto di plastica... gli schizzi resteranno nel sacchetto e i vostri vestiti e le pareti della vostra cucina saranno salvi).
In una ciotola ampia mescolate lo zucchero e la buccia di limone strofinando con le dita.
Aggiungete le uova e montatele fino a renderle chiare e spumose.
Versate nella ciotola lo yogurt, l'olio e l'estratto di vaniglia e mescolate.
Unite la farina setacciata con il lievito e amalgamate bene ma senza mescolare troppo.
Versate il composto in una teglia imburrata e infarinata. Livellate la superficie ruotando la teglia (non sbattetela sul piano di lavoro o l'aria incorporata nell'impasto se ne andrà a farsi friggere).
Disponete le ciliegie denocciolate sulla superficie, formando cerchi concentrici, senza affondarle nell'impasto.
Infornate in forno statico e preriscaldato a 160° per 40 minuti, dopodiché controllate la cottura con uno stuzzicadenti, poiché a seconda del forno, degli ingredienti e della fase lunare il tempo di cottura potrebbe variare.
Sfornate la torta e lasciatela raffreddare per 5-10 minuti prima di toglierla dallo stampo.
Trasferitela su una gratella per dolci fino a completo raffreddamento.
Ponete le mandorle in un padellino su fuoco medio-basso e tostatele, mescolandole spesso, per circa 5 minuti, finché diventano dorate ma non scure.
Appena pronte toglietele dal padellino e fatele raffreddare ben allargate su un piatto.
Decorate la torta con altre ciliegie e le scaglie di mandorle tostate (o lo zucchero in granella).


Solo per i foodblogger: preparate una tazza di tè bianco biologico, allestite un set fotografico sul pavimento della cucina, fotografate la torta intera da varie angolazioni, tagliate una porzione di torta destinata alla vicina di casa e mettetela in un piattino, fotografate l'interno della torta da varie angolazioni, tagliate una fetta e ponetela in un piattino ovale cosparso con altre mandorle, fotografate pure quella da varie angolazioni, controllate tutte le foto, smontate il set fotografico, rimettete a posto la fetta di torta tagliata, portate il piattino alla vicina, scambiate due parole con lei, tornate in cucina.


Nel frattempo il tè si è raffreddato e la torta non la assaggiate nemmeno perché aspettate che il marito torni a casa dal lavoro per gustarla insieme a lui... accompagnata con una bella palla di gelato alla vaniglia! ;o) (E magari, perché no?, con una bella cucchiaiata di ciliegie sciroppate!)


... E tu, lettore che commenti sempre dal fondo, per una volta taci, lascia che ti offra una fetta di torta con il gelato, e sorridi! :o)

7 commenti:

  1. Ho sorriso sul serio, di tenerezza :) grazie per la fetta. E grazie per il bellissimo post e la torta!
    Per ľallestimento...beh io ieri sera ho mangiato pizza fredda.;)
    Bacio

    p.s. I duroni dici che li trovo ancora?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco chi è il lettore che commenta sempre dal fondo! :D
      Prima di pubblicare questa ricetta e la precedente ho controllato al mercato e sì, i duroni c'erano ancora! :o)
      Pizza fredda? Pure noi!! :D
      Ti abbraccio!! :o)

      Elimina
    2. E grazie per esserti messa in pari con tutti i nostri post!
      :*********************

      Elimina
  2. ottima e golosa!
    Ti auguro un' estate serena e rigenerante
    Buone vacanze
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Alice!
      Altrettanto a te! :o)

      Elimina
  3. Carissima Franci e io ti assicuro che la magia di questa torta ce l'hai trasmessa tutta!!
    Ma quanto sei bella tu???

    :))))))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero quanto la torta! :D
      Che dici, l'anno prossimo ti trasmetto anche una bella fettona? ;o)

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.