martedì 31 maggio 2016

Masala Granola, ovvero La granola indianizzata di Gaudio

"Ho visto che hai svuotato il barattolo della granola."
"Te la sei finita! Che scostumatezza!"
"Ma che dici! L'ho mangiata soltanto a colazione!"
"Appunto: te la sei finita a colazione."
"Ma non è vero... Ne ho mangiate piccole porzioni da colazione."
"Tanto piccole non saranno state, se è finita. Te la sei mangiata tutta tu!"
"Beh, potevi mangiarla anche tu, allora!"
"Io ne ho mangiata pochissima perché lo sai che a colazione mangio i cereali."
"Cereali e granola insieme? Ecco chi finisce le cose, altro che ne ho mangiata pochissima! Comunque sappi che non me la sono affatto finita perché in frigo ce n'è un altro barattolo."
"Un altro barattolo? E dove? Non l'ho visto! Me lo hai nascosto per mangiartelo tu, confessa!"
"Io non l'ho affatto nascosto! Non è mica colpa mia se non lo hai visto... La prossima volta vedilo!"
"No, no, la prossima volta facciamo a modo mio!"

Continua... alla fine del post!

Granola uno e due...



La ricetta originale è di Maria Teresa.
Con le sue indicazioni ho realizzato una versione (quasi) classica di granola,
adattandola ai miei gusti e agli ingredienti che avevo in casa.
Sono così entrata in una spirale senza ritorno
che mi ha avvinto al punto da inventarmi,
complice una malcelata passione per i colori e i profumi della cucina indiana,
una ricetta ispirata appunto a quei profumi e a quei colori,
ricca di spezie, di aromi esotici e di frutta tropicale,
creando una miscela esplosiva di ingredienti
ognuno dei quali può essere trovato nei campi, nei mercati e nelle cucine
di quell'immenso, chiassoso e variopinto Paese che è l'India.
Riporto con esattezza gli ingredienti di entrambe le versioni
non perché voi dobbiate preparare una granola identica alla mia
ma perché in questo modo mi ricordo come le ho fatte!

Le etichette "Dolci senza burro" e "Senza latte" si riferiscono alla Masala Granola.


Granola (quasi) classica



Ingredienti per un volume di prodotto pari a circa 1,5 litri (significa che per conservarla dovete procurarvi uno o più contenitori della capacità complessiva di un litro e mezzo ;) ):
Ingredienti secchi:
200 g di fiocchi di cereali misti: grano, orzo, farro, riso, segale, avena
60 g di cocco grattugiato disidratato
90 g di frutta secca tritata grossolanamente al coltello: mandorle, noci, nocciole in parti uguali
30 g di semi di girasole
Sciroppo ed emulsione:
70 g di zucchero di canna Demerara
40 g di acqua
40 g di miele di fiori d'arancio
70 g di burro bavarese (oppure un olio dal sapore delicato)
aromi: 1 cucchiaino di estratto liquido di vaniglia, 1 cucchiaino di cannella in polvere, 1 cucchiaino di cardamomo in polvere, 1/4 di cucchiaino di anice stellato in polvere
Ingredienti post-cottura:
150 g di frutta disidratata: uvetta, mela secca, chips di cocco, mango in parti uguali
50 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente al coltello

Preparazione:
Riunite in una ciotola gli ingredienti secchi e mescolateli per bene.
Versate l'acqua e lo zucchero in un pentolino e portate fin quasi all'ebollizione, mescolando ogni tanto per sciogliere bene lo zucchero. Unite il burro, il miele e gli aromi e mescolate bene con una frusta per ottenere un'emulsione.
Versate l'emulsione sugli ingredienti secchi e mescolate con una spatola di silicone fino ad amalgamare bene il tutto.
Versate il composto sulla placca del forno ricoperta di carta, stendetelo su tutta la superficie e livellatelo con la spatola facendo in modo che lo spessore sia omogeneo.
Cuocete il composto in forno statico preriscaldato a 160° per 15 minuti, poi continuate per altri 5 minuti tenendo lo sportello del forno socchiuso (incastratevi il manico di un cucchiaio di legno) per far uscire l'umidità.
Quando la superficie sarà dorata estraete la teglia dal forno e lasciate raffreddare completamente la lastra di granola. Quando sarà perfettamente fredda rompetela in pezzetti delle dimensioni che preferite e aggiungete la frutta disidratata e il cioccolato. Mescolate il tutto con delicatezza e riponete la granola in uno o più contenitori ermetici che potrete conservare in frigorifero.
Cercate di farla arrivare almeno fino al giorno dopo.

Masala granola



Ingredienti:
Ingredienti secchi:
200 g di fiocchi di cereali misti: grano, orzo, farro, riso, segale, avena
60 g di cocco grattugiato disidratato
90 g di frutta secca tritata grossolanamente al coltello: mandorle, pistacchi, anacardi in parti uguali
30 g di semi di sesamo, bianco e nero in parti uguali
Sciroppo ed emulsione:
70 g di zucchero di canna Demerara
40 g di acqua
40 g di miele di fiori d'arancio
70 g di olio di cocco
spezie (in polvere): 2 cucchiaini di cannella, 2 cucchiaini di cardamomo, 1 cucchiaino di zenzero, 1 cucchiaino di anice stellato, 1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano
Ingredienti post-cottura:
210 g di frutta disidratata: uvetta, mela secca, chips di cocco, mango, papaya, ananas, banana in parti uguali. Non ho trovato i datteri, perciò li ho sostituiti con
30 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente al coltello

Preparazione:
Riunite in una ciotola gli ingredienti secchi e mescolateli per bene.
Versate l'acqua e lo zucchero in un pentolino e portate fin quasi all'ebollizione, mescolando ogni tanto per sciogliere bene lo zucchero. Unite le spezie, mescolate e aggiungete l'olio di cocco e il miele; mescolate bene con una frusta per ottenere un'emulsione.
Versate l'emulsione sugli ingredienti secchi e mescolate con una spatola di silicone fino ad amalgamare bene il tutto.
Versate il composto sulla placca del forno ricoperta di carta, stendetelo su tutta la superficie e livellatelo con la spatola facendo in modo che lo spessore sia omogeneo.
Cuocete il composto in forno statico preriscaldato a 160° per 15 minuti, poi continuate per altri 5 minuti tenendo lo sportello del forno socchiuso (incastratevi il manico di un cucchiaio di legno) per far uscire l'umidità.
Quando la superficie sarà dorata estraete la teglia dal forno e lasciate raffreddare completamente la lastra di granola. Quando sarà perfettamente fredda rompetela in pezzetti delle dimensioni che preferite e aggiungete la frutta disidratata e il cioccolato. Mescolate il tutto con delicatezza e riponete la granola in uno o più contenitori ermetici che potrete conservare in frigorifero.
Cercate di farla durare almeno un paio d'ore.

La prossima volta, appunto...



"Si può sapere dov'è quest'altro barattolo di granola? Non lo vedo nel frigo!"
"L'ho nascosto..."
"Lo vedi? Lo vedi? Mi nascondi le cose per mangiartele tutte tu!"
"... l'ho nascosto adesso perché ho appena pensato di scattare un'altra foto alla granola domani, altrimenti tu non ce la lasci arrivare!"

17 commenti:

  1. Questa è una vera troca (droga)! credo che infine Emmettì dovrà un sacco di risarcimento danni denti/cosce a molte di noi, per averci fatto conoscere sta roba!! Molto interessante la versione Masala, una Masala troca, comincia a chiamare a mettere da parte i soldi per il risarcimento danni masaladenti e masalacosce!
    Vabbè s'è capito no, che volevo dire che sta roba è di una goduria pazzesca?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. errata corrige: a chiamare l'avvocato e a mettere da parte ecc.

      Elimina
    2. ihihihihihihihihihihihihi
      :D

      PS. si capisce mi sto sganasciando dalle risate?

      Elimina
    3. Cara Tam, la Masala troca è la punizione che la tua socia si merita per averci reso dipendenti-tutte-ciccia-e-brufoli! :DDDDDD

      Elimina
  2. Ahahahahhaahahahahhahahahahahah!!!!!!
    E pure io mi sto sganasciando dalle risate!!
    Prima con il racconto della Franci che ci narra le vicende di Gaudio e Magno e di barattoli svuotati, e poi per il commento della mia Socia pe' li denti e pe' le cosce!! Uahhahahhaahhahahahahahaha!!!

    Ehm, torno seria dai!!
    Franciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!
    Ma che sorpresa!!
    E che bontà dev'essere la versione Masala?? Alla prossima infornata (non so voi, ma io qua, almeno una volta a settimana, granolo a tutto spiano) la provo senza ombra di dubbio!!
    Non me ne vogliate ancora, ma posso darvi un altro suggerimento??
    Ecco, provate a metterne una manciata anche sul gelato... :-DDDDD
    E detto questo mi sa che scappo!
    Anzi no! Prima rubo una foto per andarla a mettere nella paginetta dedicata in Condominio!

    Baci belli, ed ancora grazie, grazie, grazie!!!! :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e come fai a non sganasciarti dalle risate?

      Impossibile :D

      Elimina
    2. Perchè su uno yogurt fatto in casa (bianco così risalta la masalagranola o la emmettigranola) come lo vedi? E per buona pace della tua socia, due manciate! Crepi l'avarizia, ma si dai!

      Elimina
    3. Stasera tiro fuori il barattolo che ho nascosto in frigo e la spargo sul gelato che ho nascosto in congelatore! :D :D :D

      Elimina
    4. nun ce provà!!!! Lo sai che so dove sta tutto. Sappi che c'ho preso il segno, e se prima di stasera ne dovesse mancare una virgola......

      Uaaaaaaahhhhaaaaaaaahahahahahahhaihihihihihihihihihhi

      Elimina
    5. Magno, Emmettì mi ha raccomandato di non provare mai la granola sullo yogurt... chissà perché! :D

      Elimina
    6. Caro Magno, questa è la tragedia...
      Qui, alla periferia della palude, si è creata una sorta di associazione a delinquere!!!!
      Mia sorella si è specializzata nella produzione casalinga dello yogurt colato, tipo quello greco tanto per capirci, che invece non cola proprio!! anzi, rimane sospeso sul cucchiaino come una vaporosa mousse fino a quando non finisce nelle fauci di qualcuno!!! Hai la vaga idea di cosa voglia dire tutto questo??? :-OOOO
      Altro che ciccia e riciccia qua...

      Ahahahhahahahahahahaha, me fate mori' voi due!!!!!

      Elimina
    7. Io faccio il kefir.....su cui ci metto sta roba.....che te lo dico a fa :D

      Elimina
    8. ... insieme ai cereali... e poi dice che me la so' finita tutta io!! :DDD

      Elimina
    9. Buono pure il kefir!!!!! :-)))))))

      Ahahhahahahahhhhaa, Franci!!!!

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...